Azioni sul documento

Presentazione

UN'AZIENDA CON UNA STORIA, UNA FILOSOFIA
E...TANTI PROGETTI

L’Azienda si trova nei Colli Orientali del Friuli, una fra le Denominazioni d’Origine di pregio del Friuli Venenzia Giulia, in una delle più belle zone collinari che abbracciano l’Abbazia di Rosazzo. Ci si fa incantare da questa realtà, una serie di balconi a vigna che, dal mare poco distante, ricevono dolci brezze e filtrata luminosità.

 

L’Azienda Cantarutti nacque alla fine degli anni ‘60, proprio nell’epoca in cui la viticoltura e l’enologia friulana iniziavano a far parlare di loro. Fu la lungimiranza di Alfieri Cantarutti a portarlo a credere ed investire su queste, ora famose, colline; proprio grazie all’entusiasmo di allora e all’attaccamento delle tradizioni l’azienda vanta ora 54 ettari tutti coltivati a vigneto; quegli stessi sentimenti sono stati trasmessi alla figlia Antonella che, assieme al marito Fabrizio, conduce l’Azienda; Antonella segue con determinazione e costanza l’aspetto commerciale e amministrativo, mentre Fabrizio si impegna nella produzione, nella vendemmia e nella vinificazione. Oltre ad attente e oculate scelte varietali, vengono rispettate accuratissime lavorazioni in campagna che, unite a sofisticate tecniche di vinificazione, portano l’Azienda a produrre vini di particolare pregio, apprezzati sui mercati nazionali ed internazionali. Lo stile sempre più riconoscibile e dalla marcata impronta personale, assieme ad uno staff di persone affiatato, competente e motivato, permette all’Azienda di crescere e di migliorare costantemente.

 

Tra i vini, oltre ai già conosciuti Pinot Grigio, Sauvignon, Chardonnay, Merlot e Cabernet Sauvignon, unitamente agli autoctoni Ribolla Gialla, Tocai Friulano, Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino e Pignolo, troviamo il Pinot Nero, vero vanto e chicca intoccabile dell’Azienda dal quale si ottengono, ad annate intervallate, splendide uve destinate alla vinificazione in rosso o alla spumantizzazione di due millesimati: EPILOGO e PROLOGO. Nel 1999, mentre nei mercati era già consolidata la presenza del POEMA (un assemblaggio di Merlot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon), ci fu un primo segnale di cambiamento: Antonella propose al mercato nazionale ed internazionale il suo vino, il CANTO, costituito dall’unione di Tocai Friulano, Pinot Bianco e Sauvignon. Da giugno 2003 si aggiunsero altre due selezioni “Gran Cru”:  PINOT GRIGIO RONCO SAN MICHELE e MERLOT RONCO SAN MICHELE protagonisti sulla scena internazionale. Nel 2006 fu la volta di THE SPIRIT OF GHOST “ …….per lasciare, non dimenticare e ricordare uno fra i migliori bianchi friulani: il Tocai Friulano”.
La filosofia di ottenere vini sempre più personali e straordinari proseguì con la vendemmia 2005, quando ebbe inizio la collaborazione con un’azienda americana specializzata nell’utilizzo del freddo e della sue applicazioni: il frutto di questo progetto, la linea d’eccellenza TERRE DI ROSAZZO è stato presentati al mercato ed alla stampa all’inizio della primavera del 2008.

 

La produzione annuale è di circa 130.000 bottiglie; il mercato nazionale è curato da una rete di agenti, mentre quello estero (Canada - Usa - Giappone – Austria - Belgio – Germania -Portogallo - Scozia - Svizzera), si avvale della collaborazione di importatori attenti e capaci, che assicurano una crescita costante ed una presenza sempre più prestigiosa e capillare.
 

Iscriviti alla newsletter